giovedì 24 gennaio 2013

Potare un innesto


“Voglio vedere come poterai quell’innesto”Mi ghigna in faccia lo zione riferendosi al mio unico innesto che ha attecchito sul pero di prova.
“Come sarebbe a dire?Ti faccio vedere io!”
Ho fatto lo sbruffone,in realtà sono in difficoltà.
Mi spiego:l’innesto è al terzo anno,dovrebbe quindi fruttificare,mai potato prima,mea culpa,i tre rami principali svettano come fusi verso in su per un metro e mezzo circa,il primo,il più grosso,ha la dimensione di un manico di scopa circa,io lo taglierei alla base e poi piegare i rimanenti due verso il basso,potrebbe essere un’idea?
Chi mi aiuta a fare bella figura con lo zione?


2 commenti:

  1. Per te l'unica opportunità tenere quello finee cimarla e tagliare quelli grossi ad altezza di lasciargli 5 6 gemme sane se non le ha troppo alte e poi scegli l'anno prossimo se tenere i due grossi o quello fine. ma sinceramente hai fatto 1cagatai è come comprare piante nuove e non potarla la pianta diventa una pertica non un albero e comunque non c'è differenza di potatura ammeno che non abbiate vecchi modi di fare guarda google immagini x vedere come fare (Renato aru)

    RispondiElimina
  2. @ Anonimo(Renato aru)
    Grazie dell'incoraggiante e forbito consiglio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...