domenica 21 agosto 2011

Vespe,nel senso di insetti

Il buco in terra della foto non è l'antro delle streghe,ma è la tana di una famigliola di vespe.
Stavo rasando la siepe vicino alla riva quando, inavvertitamente,ho calpestato il nido,non ti dico, le vespe mi hanno rincorso per un centinaio di metri,incazzatissime e a nulla sono valse le mie scuse.
Tre punture,due sul braccio sinistro e una sulla spalla destra.
Ora,io sono un pacifista,ma tutto ciò grida vendetta,mica l'ho fatto a posta.

Ho riempito un innaffiatoio con dell'acqua bollente con l'intenzione di versarla sul buco e fare una strage,quando mi sono avvicinato ho pensato”Beh!Dopotutto la colpa è mia e sulla riva ci vado una volta al mese neanche,perché bollirle?”.

Mentre pensavo tutto questo le vespe sono uscite di nuovo dal buco e mi sono corse dietro un'altra volta,così mi sono scottato anche un piede,perché le vespe sono sempre incazzate?

3 commenti:

  1. appunto, a che servono le vespe poi? sempre e solo arrabbiate. noi (noi?, lui, per la verità)le distruggiamo senza pietà...

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...