venerdì 14 gennaio 2011

Potatura distruttiva?

Non ci capisco più niente, il libro mi dice di eseguire le normali pulizie e togliere i polloni,lo zione afferma che il fico si deve potare con parsimonia!!ho interpellato il mio vivaista”potalo come ti pare tanto se non raccogli quest’anno raccogli l’anno prossimo…” Tutte risposte esaurienti ed oculate non c’è che dire.

Così ho dato retta al mio istinto distruttivo,la pianta è troppo alta la devo ridimensionare,non voglio ripetere l’errore dello scorso anno,scala e seghetto ho tagliato i rami più grossi e tenuto qualche ramo giovane che andava più o meno in orizzontale,ho pulito le parti tagliate e ci ho passato una spennellata di cicatrizzante.
Una bella sfoltita non c’è che dire,lo zio mi ha guardato con faccia disgustata dicendomi che se tagliavo la pianta da sotto era meglio.
Io penso che il mio fico è una pianta per bene e spero che non se la sia presa troppo,dite che mi regalerà qualche frutto?

prima dopo

4 commenti:

  1. Io proverei a fare delle incisioni a "caporale", più in basso per vedere se emette dei nuovi rami e poi l'anno prossimo farei un taglio in corrispondenza di questi rami. Se lo tagli così in alto non fai altro che richiamare lassù nuovi rami indesiderati.
    Naturalmente, opinione personale da profano. Non voglio responsabilità!:-)
    Ciao.
    Lorenzo

    RispondiElimina
  2. Gli errori di potatura che facciamo NOI inesperti ci portano ad avere piante spoglie nella parte bassa e rami a frutto sempre più in alto; come dice Lorenzo la tua potatura non ha risolto il problema e il suo consiglio mi sembra valido. Io avrei sfoltito i rami alti senza toccare i pochi che si vedono in basso, secondo me raccogliere stando a terra è un'esigenza che hanno i frutticoltori, avendo una sola pianta la lascerei crescere anche in altezza senza escludere l'uso della scala ("la volpe e l'uva" ?).

    RispondiElimina
  3. Io ho una pianta di albicocca che ogni due anni rapo quasi a zero! Magari il primo anno dà pochi frutti, poi l'anno dopo si rifà! A farla crescere in altezza è poi scomodo coglierne i frutti.Naturalmente i rami tagliati danno legna per il camino e quelli più piccoli tritati vanno nel composter. Anche per me il consiglio di Lorenzo sembra valido, "comunque sbagliando s'impara perche nessuno nasce imparato!"
    Ciao.
    Fabio

    RispondiElimina
  4. @Lorenzo,Emilio,Fabio.
    Non conoscevo questa tecnica(ma per me è normale),mi sono informato e mi sembra un’idea ottima,ci proverò di sicuro,grazie.
    Benvenuti ai nuovi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...