domenica 21 agosto 2016

I colori della taverna


Stavo spaccando la legna per il caminetto con occhio e mano precisi,si insomma più o meno,quando mia moglie.
''Beh,si può sapere quando ti decidi di pitturare la taverna che è tutta affumicata e l'intonaco in varie parti ci sta cadendo in testa?''
''Ohibò,la faccenda non mi sembrava così grave e poi la taverna è più bella con l'aria vissuta''
Una debole ed inutile protesta.
Portare fuori il poco mobilio è stato facile se escludiamo la cucina economica che pesa quanto un caterpillar,mentre passare soffitto e pareti con la spatola metallica poi con carta vetrata grana 80 è stato un inferno,è strano da terra si è scomodi grattare il soffitto,fai un gradino sulla scala e si è ancora più scomodi,e mia mamma entrando:
''Mariavergine cosè tutta questa polvere?''Grrr!

Una mano di antimuffa e due di una tinta dalle tonalità di cui almeno in questo non sono responsabile.
Contente le donne contenti tutti dico io!

6 commenti:

  1. ... proprio un buon lavoro...
    ... complimenti...

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Mi sembra di cogliere una sottile ironia,le poche ferie le ho finite buuuuaaaa!

      Elimina
  3. Complimenti!
    Ma perché non tutti i mariti ragionano cosi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah!Mica sono sicuro che il ragionamento sia giusto....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...